Corso on line: Funzionario RAO: certificatore d'identità personale

Il corso fornisce la qualifica di Funzionario RAO (Registration Authority Office), abilitato al:

    • riconoscimento dell’identità personale nelle assemblee condominiali telematiche;
    • rilascio della firma digitale;
    • rilascio dell’identità digitale SPID.

Il corso Funzionario RAO si rivolge ad amministratori di condominio e ai professionisti iscritti ad un ordine. Con la qualifica RAO (Registration Authority Office) un Amministratore di Condominio assume la qualifica di Pubblico Ufficiale abilitato a certificare l’identità personale. Quindi avrà gli strumenti per rendere valide le assemblee telematiche condominiali, superando molti degli ostacoli attuali.

  • Il corso prevede due lezioni on line (30 ottobre 9:00 – 9:30 e ore 10:00 – 12:00; 6 novembre ore 14:30 – 17:30) per un totale di cinque ore, con verifica finale
  • Verrà rilasciato titolo abilitante per la figura di di Funzionario RAO (Registration Authority Office).
  • Il corso fornisce inoltre cinque ore di formazione annuale obbligatoria per gli amministratori di condominio di qualsiasi associazione, valide per la formazione 2021.

Corso on line: Responsabile tecnico Superbonus 110%

  • Il corso è rivolto a quei professionisti destinati ad assumere ruoli strategici nella gestione del Superbonus 110%.
  • Comprende tre lezioni (17, 24 e 30 ottobre 2020), ognuna di tre ore, a cui si aggiunge un’ora di verifica finale, il 31 ottobre.
  • Ad esame superato verrà rilasciato titolo abilitante per la figura di Responsabile tecnico gestione Superbonus 110%.
  • Il corso fornisce inoltre nove ore di formazione annuale obbligatoria per gli amministratori di condominio di qualsiasi associazione, valide per la formazione 2021.

DCPM 18 ottobre le assemblee a distanza

circolare dpcm 18.10.2020

Nessuno può vietare la libertà altrui (art. 2 cost.). Quindi le riunioni private sono consentite, ma la massima autorità dell’esecutivo esorta a farle in modalità a distanza per evitare assembramenti (che ledono il diritto alla salute art. 32 cost.). Ora il problema è che si tratta di un esercizio di stile che si appoggia su un labile equilibrio costituzionale, volto a creare le condizioni per applicare le sanzioni pur senza un esplicito divieto, in quanto dovete pur sempre comprendere che l’Italia è inserita in una comunità di stati che ha a sua volta dei principi e direttive sovranazionali applicabili direttamente nel nostro ordinamento ai sensi dell’art. 10 co. 2 cost.
Sto discorrendo del trattato UE e del suo art. 174 , il principio di precauzione che deve essere applicato sempre e comunque in caso di dubbio. Ora siccome le certezze qui non le ha nessuno: perché l’amministratore si dovrebbe porre in una posizione di dubbio ed esporsi quale autore (convocazione) di una situazione di assembramento pericolosa per la salute e quindi sanzionabile anche penalmente? L’ultimo decreto ha consentito espressamente le assemblee a distanza, ha indicato modalità convocazione e formalità consistenti nell’indicare in convocazione la piattaforma ed il link con cui accedere alla riunione all’orario stabilito. Noi come ACAP vi stiamo dando qualcosa in più ossia la possibilità di essere pubblici ufficiali nel riconoscimento delle persone che si presentano al consesso in modalità a distanza. Questa possibilità mette al riparo da possibili contestazioni circa la presenza, le deleghe ed il voto. Vi abbiamo messo a disposizione la piattaforma della associazione per le riunioni. Onestamente non comprendo la necessità di esporsi inutilmente. Avete già convocato? Inviate nuova convocazione ed indicate espressamente la modalità RAD (riunione a distanza). Non avete il tempo? Annullatela e riconvocatela nella modalità “fortemente raccomandata” dal dpcm. Siate prudenti, e vi ricordo che i corsi per divenire RAO, ossia pubblici ufficiali riconoscitori identità a distanza partono il 30 / 10/20 e 27 / 11/20. Vi prego di non affollare le chat con domande su come e dove partecipare. Il nostro punto di intersezione è il nostro sito su cui dal domani sera troverete il pulsante per registrarvi ed accedere al corso. 

21 ottobre 2020    Avv. Nunzio Costa

Domande e risposte in condominio
News
Raffaele Caratozzolo

Domande e risposte in condominio

Q: Per aprire una abbaino sul tetto di un condominio, si deve avvisare l’ Amministratore o gli altri condomini? R.:Dopo la riforma del condominio (Legge 220/2012) per ogni opera sia sulle parti comuni che private, il condomino deve sempre avvisare l’ Amministratore, il quale, se riguarda parti condominiali dovrà a sua volta avvisare i condomini,

Leggi tutto...
Domande e risposte in condominio
News
Raffaele Caratozzolo

Domande e risposte in condominio

Q.: Poiché un condomino era in arretrato nel pagamento delle rate condominiali, l’Amministratore ha richiesto un decreto ingiuntivo immediatamente esecutivo, addebitandoci le relative spese, comprese quelle legali. Noi, condomini sempre in regola con i pagamenti, non riteniamo corretto tale addebito in quanto, lo stesso dovrebbe essere addebitato solo ed esclusivamente a colui che era moroso.

Leggi tutto...
Domande e risposte in condominio
News
Raffaele Caratozzolo

Domande e risposte in condominio

Q: Il compenso richiesto da un Amministratore per gestire il nostro condominio sembra molto alto. Dove posso trovare l’elenco delle tariffe professionisti per amministrare un condominio? R: Anche se le varie Organizzazioni di categoria hanno sempre chiesto l’approvazione di tariffe professionali, queste non sono mai state concesse in nome della “libera concorrenza”. Per una scelta

Leggi tutto...
Domande e risposte in condominio
News
Raffaele Caratozzolo

Domande e risposte in condominio

Q: In un condominio di 11 abitazioni, ci sono solo 10 garage nel piano interrato e a cui si accede attraverso un cancello carraio automatizzato. Come si ripartiscono le spese di riparazione di detta automazione? R.: Il cancello in questione è considerata parte comune a tutti i condomini. Fatta la premessa però, se a detta

Leggi tutto...
Domande e risposte in condominio
News
Raffaele Caratozzolo

Domande e risposte in condominio

Q.: Qual è la differenza tra regolamento condominiale di natura contrattuale e quello di natura assembleare ? R.: Il Regolamento “contrattuale” è quello allegato all’atto pilota (primo atto di trasferimento dalla ditta costruttrice) e accettato da tutti, anche dagli acquirenti successivi al primo, facendo esplicito riferimento all’originale allegato al primo atto; “quello assembleare” è il

Leggi tutto...

I video dei webinar ACAP

Casa Comune - nuova rivista ACAP

Casa Comune è la nuova rivista a stampa ACAP che si occuperà di tematiche legate ai condomini ed al comparto immobiliare, alla tecnologia impiantistica per l’edilizia alla tutela dei consumatori. Sarà pubblicata tre volte all’anno. 

Casa Comune non si occuperà di anticipazioni, di novità dell’ultima ora, di promuovere elenchi di fiere e meeting, di pubblicità più o meno palese ad aziende e servizi. Per queste cose è molto più efficace internet. Casa Comune sarà una rivista di approfondimento e riflessione, con articoli della lunghezza necessaria a discutere in forma approfondita ogni argomento, una rivista vecchio stile, da conservare in biblioteca.

Sarà disponibile solo in abbonamento annuale  (€ 30,00, con lo sconto del 25% per i soci ACAP: chi si abbona entro il 2021 riceverà in omaggio il primo numero). Per prenotare il tuo abbonamento, senza impegno, compila il modulo. Non inviare denaro ora.

Cari  Colleghi,

pubblichiamo le linee guida di ACAP sulle assemblee condominiali in epoca Codiv-19.
Il documento è stato materialmente elaborato da  Studio Pagliara e SeiSetteNove, con il coordinamento di ACAP nazionale.
Il file è disponibile per i soci ACAP che possono scaricarlo facendo click sull’immagine.

Nunzio Costa
Presidente Nazionale ACAP

Invia WhatsApp
Torna su

Promuovi i tuoi prodotti e servizi per gli amministratori di condominio sul sito ACAP.
Scrivici per informazioni.