Mercato immobiliare non residenziale 2021: le statistiche Agenzia delle Entrate

Stat immobili non residenziali 2021 AdE

L’oggetto della statistica trimestrale relativa al mercato immobiliare non residenziale attiene alle quantità di beni scambiati in termini di numero di transazioni normalizzate (NTN), che indicano il numero di unità immobiliari compravendute per quota di proprietà con riferimento all’intero territorio nazionale, con l’esclusione dei comuni in cui vige il catasto tavolare e per i quali non sono quindi disponibili, negli archivi di pubblicità immobiliare dell’Agenzia delle entrate, le note di trascrizione.

Il settore terziario-commerciale, considerato nel suo complesso, nel quarto trimestre conferma una progressione dei volumi scambiati piuttosto regolare nell’ambito del biennio 2019-2021: il tasso di espansione del 2021 è risultato infatti pari a +20,1% nel confronto annuale e a +35% nel confronto biennale
La perturbazione delle dinamiche strutturali, con forti cali seguiti da forti recuperi, prodotta dalle drastiche misure governative messe in atto nel 2020 per contrastare la crisi pandemica, è risultata dunque per lo più confinata al confronto tendenziale dei dati nei primi due trimestri del 2020 e del 2021.

La disaggregazione territoriale non esprime divergenze significative: in tutte le macroaree si conferma la progressività dell’espansione nell’arco del biennio, pur con un tasso relativamente più accentuato nell’ultimo anno al Sud e nelle Isole.
I comuni minori confermano, sia rispetto al 2020 che rispetto al 2019, un tasso positivo sostanzialmente doppio rispetto a quello dei comuni capoluogo; in parziale controtendenza si segnalano, anche in questo caso, il Sud e le Isole, con un’espansione omogenea tra Comuni maggiori e minori, mentre nel Nord Ovest i comuni capoluogo risultano di fatto stabili (leggera espansione rispetto al 2019, leggero calo rispetto al 2020).

Il documento completo dell’Agenzia delle Entrate è disponibile qui.

Invia WhatsApp
Torna su